Poltrone rosse

Da sapere!

Ci sono molte cose da sapere e valutare prima di decidere se installare un impianto multicanale, una soundbar;  oppure che tipologia di amplificatore usare.

Soundbar

Una Soundbar è una soluzione compatta che integra una serie di speaker in sequenza, all'interno di un cabinet lungo e affusolato. Consente di migliorare l’audio della tv con un singolo collegamento, e solitamente, si posiziona sotto alla tv, consentendo di guadagnare qualcosa in termini di qualità sonora; e se il modello prescelto prevede un subwoofer, si può anche contare su dei bassi con più corpo.

Ha alcuni pro:

Facilità d’installazione: Basta collegare l’alimentazione e il cavo ottico/HDMI, e il gioco è fatto.

Spazio: Una Soundbar ha tutto quel che serve per riprodurre l’audio del televisore

Prezzo: Rispetto a impianti surround, le Soundbar partono da prezzi molto più accessibili, ma valutate molto bene.

I contro:

Scarsa Dinamicità: L’orecchio umano, perché percepisca la stereofonia, occorre che i due canali audio siano ad una distanza da creare un angolo di 60° rispetto all’ascoltatore; dunque, le Soundbar sono troppo corte per poter offrire un vero audio multicanale.  Una volta provato il vero surround, concorderete anche voi.

Incomplete: La compattezza è un pregio per chi ha poco spazio.

Le Soundbar restano indicate per gli ambienti più piccoli.

Scarsa Copertura: Chi pretende qualcosa in più può abbinare, un subwoofer. 

A questo punto, perché non pensare direttamente al vero surround?

2

Diffusori

Con gli speaker Surround c'è sicuramente molta più libertà. A seconda del tipo di esperienza che si vuole ottenere, possono offrire tutto: 2 ,5, 7, per arrivare a ben 9 speaker, per una copertura audio a 360°.

Solitamente si opta per la soluzione 5.1 che consente di avere tre speaker: centro, destro e sinistro, subwoofer, e due posteriori, ma in qualche caso c’è pure chi arriva al 7.1, che in sostanza è un 5.1 con in più due satelliti laterali.

Lo svantaggio principale di un sistema completo di audio Home Theater è principalmente la complessità: ci sono più componenti, rispetto alla Soundbar e occorre ragionare anche dove posizionare i cavi, a meno che non si opti per le soluzioni senza fili. In quel caso, si tratta letteralmente di appendere qualche cassa e curare la configurazione.

Quando si parla di 5.1.2, si intende l’aggiunta di due casse dedicate esclusivamente agli effetti Dolby Atmos (solitamente installate a soffitto).

I vantaggi sono innumerevoli:

Qualità: La qualità audio e l’esperienza non hanno paragoni e l’effetto

immersivo é pressoché totale. Sembra letteralmente di essere nel film.

Scalabilità: Non è detto che si debba già partire in quarta con tecnologie come Dolby Atmos o DTS:X.

Il bello di questa soluzione è la flessibilità. Si può partire da due semplici canali (un 2.1), che tra l’altro ha anche costi molto modesti, e poi aumentare il numero delle casse, in base all’esigenza e alla disponibilità economica.

Libertà: A differenza della Soundbar, che è un ecosistema chiuso, è possibile combinare tra loro prodotti di marchio diverso in base a quel che offre il mercato in ogni momento, alle offerte migliori e alle necessità. Tutto è compatibile con tutto.

Sensibilità: La sensibilità di uno speaker è collegata alla quantità di energia necessaria per produrre un suono. Questa misura è importante perché determina anche la longevità di un diffusore. 92 dB è il minimo sindacale, in questo caso.

3

Tipo di Diffusori

Quando si scelgono i diffusori cosa è bene sapere:

Sensibilità: La sensibilità è collegata alla quantità di energia necessaria per produrre un suono. 92 dB è il minimo sindacale.

Frequenza di risposta: L’udito umano può percepire vibrazioni comprese tra 20 e 20,000 Hz.

I suoni al di sotto dei 35 Hz si percepiscono come una vibrazione, piuttosto che come suono. La frequenza di risposta indica il range di frequenze prodotte.

In/Out HDMI: I ricevitori AV moderni di solito supportano un numero e una varietà maggiore di input e output rispetto ad una Soundbar. Ma in ogni caso, prestate sempre attenzione che prevedano tutto quello di cui avete bisogno.

4

Amplificatore

L’amplificatore è una delle componenti più importanti di ogni impianto. Quest’ultimo, infatti, è stato pensato appositamente, per ricreare in casa la sensazione di assistere a un film proiettato al cinema.

E se vuoi emozionarti fino in fondo, hai bisogno di un amplificatore home cinema. 

Questo riceve un segnale in ingresso e lo restituisce amplificato, cioè più forte.

Questo è possibile proprio perché assorbe una quantità di energia tale da riuscire a restituire un suono in ingresso.

Un amplificatore di ottima qualità garantisce all’ascoltatore un suono perfetto, permettendogli di godere di tutte le sfumature che caratterizzano la musica o film, senza imperfezioni.

Se decidete di creare in casa Vostra un sistema di home theatre oppure un sistema Pure Audio contattaci!

In continua
evoluzione

denon_avc_x3700h_gallery_img_02_800x333.jpg
41753.jpg
7fc76d28c3494a56af5a92768e620ed7_12073_57332edebd37b043d98e65b5ef4ccd44.jpg
catalogmedia-images-big-CO_8450_389.jpg